CO2 Monitor
Sviluppo di tecniche innovative per il monitoraggio dei siti di stoccaggio dell'anidride carbonica (CO2)
English version
Home

Work packages

Eventi

Pubblicazioni

Demoscene

Risultati

Contatti

Links

Il progetto:

Ci sono evidenze che la concentrazione di CO2 è una della cause principali di riscaldamento globale che ha contribuito all'incremento della temperatura atmosferica di 0.3-0.6 oC negli ultimi 150 anni. Lo stoccaggio geologico della CO2 rappresenta una soluzione immediata per risolvere questo problema. È possibile iniettare CO2 nei giacimenti di idrocarburi esausti, filoni di carbone o negli acquiferi salini. Il monitoraggio dei volumi iniettati è essenziale per determinare la diffusione del gas nel giacimento e le sue eventuali perdite. Saranno studiate tecniche per evidenziare l'eventuale mancanza di integrità della roccia di copertura posta sopra il giacimento e potenziali perdite lungo i piani di strato, faglie e fratture fino agli acquiferi superficiali ed in atomosfera. Questo progetto si propone di sviluppare nuovi metodi geofisici per monitorare la presenza dei gas nel sottosuolo e la sua possibile migrazione in atmosfera. Inoltre, il progetto studierà di potenziale impatto delle perdite negli ecosistemi marini.

Istituto di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale - OGS
Borgo Grotta Gigante, 42/c Sgonico
34010 - Trieste (Italia)

Tel.: 040 21401
Fax OGS-GEO: 040 327521

Sfondo:
Manuela Sedmach
"destinazione provvisoria"
acrilico su tela
140x280
2007